giovedì 9 giugno 2016

Scrittrici nella brughiera #13 Flannery O'Connor


Ciao a tutti! ^^

Oggi è il compleanno del blog, già un anno *_*
Dunque non potevo non festeggiare con un nuovo post della rubrica che amo di più (e che ormai mi ha quasi del tutto monopolizzata... ma non temete, arriveranno anche nuove recensioni! ^^) cioè Scrittrici nella brughiera!
La protagonista di oggi è un'altra scrittrice americana del '900, decisamente fuori dal comune, che mi attira e mi inquieta allo stesso tempo... Flannery O' Connor!




Anche lei credo appartenga alla folta schiera di scrittrici semi-sconosciute in Italia, eppure aveva una personalità particolare e mi ha attirata dal primo momento che l'ho conosciuta!
Nata nel 1937, divenne celebre già da bambina per aver insegnato a un pollo a camminare all'indietro (xD). Nel 1951 si ammalò della stessa malattia che aveva portato alla morte suo padre (lupus eritomatoso sistemico) e che la uccise nel 1964.
Era cattolica e non si addormentava senza leggere qualche pagina di Tommaso d'Aquino (che anch'io adoro xD)

La sua produzione non è molto vasta: ha scritto solo due romanzi e 32 racconti, ma questi ultimi sono annoverati tra i più belli nella storia della Letteratura americana e hanno influenzato scrittori come Raymond Carver e Elizabeth Bishop. Io però mi sono innamorata di lei per alcuni saggi e lettere davvero illuminanti *_*

Eccovi le sue opere (tutte reperibili in italiano), a cominciare da quelle che ho già letto :D

1) Tutti i racconti



Questa bella edizione dei Tascabili Bompiani raccoglie tutti i 32 racconti della scrittrice, e considerando che costa solo 15 euro (e al momento è anche in promozione a -25%! *_*) vi consiglio di non lasciarvela sfuggire. I racconti sono fose universalmente ritenuti la parte migliore della sua produzione artistica.
Io non li ho letti tutti, ma quei pochi sono incisi a fondo nella mia mente e non riesco proprio a liberarmene *_* Penso a "Un brav'uomo è difficile da trovare", "La vita che salvi può essere la tua""La schiena di Parker". I personaggi sono di solito persone comuni e gli eventi quasi banali, ma dietro ogni situazione apparentemente insignificante si nascondono significati intensi e a volte destabilizzanti.

2) Il cielo è dei violenti


L'unico suo romanzo che ho letto finora: è duro, un po' cinico, anomalo. Un folle convinto di essere un profeta educa un nipote a succedergli ma questi si ribella, allora cerca di "investire" un altro nipote di questo ruolo. Ci riuscirà? Il tema centrale del libro è una visione tutta particolare del battesimo. Bello, ma strano come pochi libri! xD
Voto: 6/10










3) Il volto incompiuto. Saggi e lettere sul mestiere di scrivere


Bellissima questa raccolta di lettere e saggi! *_* Credo che Flannery O'Connor, come Virginia Woolf, dia il suo meglio proprio quando mette a nudo la sua anima così com'è, senza nasconderla tra le pagine di un romanzo. Commovente la storia della piccola Mary Anne, bambina sfigurata che incantava chiunque la incontrasse (suo è il "volto incompiuto" del titolo) e quella dello scrittore Hawthorne (autore del celebre "La lettera scarlatta") di cui viene raccontato un episodio di vita che mi ha fatto salire le lacrime agli occhi. Tra l'altro non sapevo che una sua figlia fosse diventata suora domenicana, non si finisce mai di imparare!
Quanto ai consigli sulla scrittura...be', sono sublimi.
Voto: 10+



4) La saggezza nel sangue

"Un romanzo comico che tratta di un cristiano suo malgrado". Così la O'Connor definiva questo romanzo, che purtroppo non ho ancora letto ma mi incuriosisce molto!
Il protagonista, Hazel Motes, vaga di luogo in luogo e di incontro in incontro alla ricerca di qualcosa che non sa cosa sia. La prefazione è di Fernanda Pivano, cosa che lo rende doppiamente interessante *_*










5) Nel territorio del diavolo. Sul mistero di scrivere

Altra raccolta di saggi sulla scrittura, prossimamente nella mia libreria! ^^ Se sono belli quanto quelli che ho già letto saranno una meraviglia *_*









6) Sola a presidiare la fortezza. Lettere

Una raccolta di lettere indirizzate dalla scrittrice ad amici e conoscenti, in cui si trovano anche numerosi brani dedicati alla scrittura. La nuova edizione pare contenga anche lettere inedite *_* 
Già in attesa sul mio reader, ve ne farò presto una recensione più approfondita in un post dedicato! ^^








7) Diario di preghiera



Fresco fresco di stampa, questo è un altro volume che voglio assolutamente! Si tratta infatti del diario personale della scrittrice, redatto tra il 1946 e il 1947 (quando si trovava all'università) ma solo da poco ritrovato tra i suoi documenti.
Un vero e proprio dialogo con Dio, i cui stralci mi hanno incantata *_*
"La felicità possibile, quella che si vive qui in terra, è intravista come un profilo di capriolo nella luce improvvisa del mattino presto, sotto un abete, dietro la curva del sentiero".







Una scrittrice un bel po' diversa da quelle che leggo solitamente, ma dal fascino incredibile...lasciatevi irretire da lei! :D

A presto :*

8 commenti:

  1. Stai tranquilla, questa rubrica piace tanto anche a noi e non ci lamentiamo di nulla;) La O'Connor mi interessa molto, perchè dovrebbe far parte di quel filone di narrativa Southern Gothic che mi piace particolarmente. In ogni caso, per fortuna è tutto ben reperibile in italiano (qualche gioia nella vita non ci ammazza, eh). Un saluto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice, ormai è davvero la mia preferita e per fortuna offre spunti inesauribili (sono in arrivo una mia concittadina e una medievale! ^^)
      La 'O Connor è forse una delle scrittrici più particolari in cui mi sia mai imbattuta e sì, per fortuna non è tra quelle molto trascurate dagli editori anche se poco nota al grande pubblico ^_^
      Un bacione! :))

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Innanzitutto... tantissimi auguri a te e alla tua adorabile creatura <3 si avverte quanto amore e quanta passione ci metti... e niente, il tuo blog è uno dei miei preferiti in assoluto. Nelle ultime settimane ho latitato nella blogosfera e mi sono di nuovo persa i tuoi post, ma vedrò di recuperare!! Intanto aggiungo quest'autrice di cui non ho letto nulla nella mia wishlist *_*
    Anche se non prediligo i racconti, proverò a iniziare da quelli! Anche Il volto incompiuto m'ispira un sacco però >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie "Sorellina"!! ^^
      Ho seguito con immenso interesse il tuo viaggio a Londra *_* Un giorno mi piacerebbe che tutte noi appassionate organizzassimo un tour in Inghilterra e Scozia sulle orme dei nostri autori preferiti..sarebbe forse l'esperienza più bella della mia vita! xD
      Guarda lei è molto diversa dagli autori che prediligiamo di solito...alcuni suoi racconti sono dei gioielli ma un po' destabilizzanti, per iniziare con lei ti consiglierei "Il volto incompiuto" perché è davvero una perla di forza e sensibilità *_* Ora sto leggendo "Sola a presidiare la fortezza" (la raccolta di lettere) e anche questa è molto bella! *_*

      Elimina
    2. PS: Essere tra i tuoi blog preferiti è davvero un onore per me, che (forse non te l'avevo mai detto!) ho aperto il blog proprio perché fortemente ispirata dal tuo! <3

      Elimina
    3. Ma davvero??? awwww :*
      p.s. quello sarebbe il viaggio della vita! Non riesco a pensarci senza fare gli occhi a cuore!

      Elimina
    4. Sì dai dobbiamo organizzarlo!! *_*

      Elimina