martedì 13 settembre 2016

SOS Librereccio #6 Leggere l'Arte


Ciao a tutti! :D

Mi sono accorta di aver trascurato una rubrica che mi sta molto a cuore, data la mia abitudine di distribuire consigli letterari non richiesti a destra e a manca...ovvero SOS Librereccio! ^^

Stavolta ho pensato di rivolgermi a chi coniuga la passione per la lettura a quella per l'Arte, oppure ha amici dalla duplice passione a cui vorrebbe regalare/consigliare qualcosa che possa fondere queste due esperienze culturali così fondamentali.
Eccovi allora una carrellata di libri sul tema! ^^ So che sono molti di più ma come al solito mi limiterò a quelli che ho già letto o che penso di leggere a breve, in ordine di preferenza :D


1) Brama di vivere, di Irving Stone



Questo romanzo, incentrato sulla vita di Vincent Van Gogh (1853-1890), è un capolavoro senza se e senza ma. Irving Stone non si limita a raccontare la vita di questo pittore controverso e tormentato, ingiustamente etichettato come "pazzo", ma gli ridà vita. Quella vita che lui, come dice il titolo, bramava e che mai riuscì a godere pienamente. Alcuni passaggi, come quello in cui sono descritte le "nozze con l'arte" che lo lasciano tramortito tra i campi olandesi in cui si recava a dipingere, sono pura estasi. Pubblicato da Corbaccio. Consigliatissimo.
Nota: da questo libro nel 1956 è stato tratto anche un film che porta lo stesso titolo.
Voto: 10/10


2) Lettere a Theo

Impossibile, dopo aver letto Brama di vivere, non fiondarsi sulle lettere di Van Gogh al fratello Théo: l'unica persona sulla terra che lo comprendesse e credesse in lui al punto da sostenerlo anche economicamente, e perfino nei momenti più disperati. Erano così legati l'uno all'altro che la morte di Vincent minò irrimediabilmente la salute del fratello, conducendo anche lui alla morte solo un anno dopo.
Ammetto di non aver ancora finito di leggere questo corposo epistolario: da prendere a piccole dosi, ma fondamentale per chi voglia entrare nella mente di questo grande pittore. Pubblicato da Guanda.
Voto: 9/10



3) La luna e sei soldi, di William Somerset Maugham

Niente, quest'anno ho scoperto Maugham e sto divorando la sua bibliografia! xD Finora direi che il podio è diviso equamente tra il celebre Il velo dipinto e questo romanzo che invece purtroppo pochi conoscono, La luna e sei soldi. Qui la penna affilata come un rasoio di Maugham ci parla della vita di un pittore immaginario, Charles Strickland, che un giorno lascia di punto in bianco la moglie e la propria comoda vita da borghese per inseguire un fuoco, una visione che gli arde dentro e non gli dà requie, spingendolo a sacrificare ogni cosa sull'altare dell'Arte. Invano il protagonista e voce narrante proverà a capirlo: l'arte non si può spiegare, né comprendere in alcun modo.
Pare che nel creare il suo protagonista Maugham si sia ispirato a Paul Gauguin (1848-1903), ma tale ispirazione è sicuramente più "interiore" che supportata da eventi reali, poiché non vi sono molte analogie tra la vita del reale Gauguin e quella dell'immaginario Strickland.
Pubblicato da Adelphi (ora anche in edizione economica).
Voto: 9/10

4) La passione di Artemisia, di Susan Vreeland


Sicuramente tutti conoscerete Susan Vreeland, autrice di numerosi romanzi che hanno per oggetto quadri o artisti vari. Io purtroppo (tempo tiranno!) ancora non ho approfondito la sua bibliografia, ma l'unico libro che ho letto mi è entrato dritto nel cuore e non ne è più uscito!
La passione di Artemisia ha per protagonista la pittrice Artemisia Gentileschi (1593-1653), tra le prime donne a fare della pittura una professione. Figlia d'arte (anche il padre era un pittore piuttosto conosciuto all'epoca) e "discepola" di Caravaggio, vantava una personalità forte e indomita che emerge prepotente dai suoi quadri e riprende vita in questa bella biografia. 
Nessuno come la Vreeland riesce letteralmente a far "leggere le opere d'arte" ai suoi lettori: durante la lettura, dopo aver letto la descrizione di ogni quadro andavo a vederlo e mi sembrava immancabilmente di averlo già visto! *_*
Pubblicato da Beat.
Voto: 9/10

5) La ragazza con l'orecchino di perla, di Tracy Chevalier

Un libro che non ha bisogno di presentazioni, visto che è da anni sempre in cima alle classifiche di vendita...tuttavia, se per caso avete trascorso gli ultimi dieci anni su un'isola deserta e non l'avete ancora letto, o avete qualche amico/a così che si interessa così poco alla lettura da non conoscerlo ancora, non posso che consigliarvelo! ^^ Anche perché è un libro che può conquistare agevolmente anche un non lettore.
 In questo caso l'autrice parte da un celebre quadro del pittore olandese Vermeer (1632-1675), "La ragazza col turbante" e ne ricostruisce la storia immaginaria, dando vita a un delizioso romanzo storico che fonde la passione per l'Arte e la cura per i dettagli a una delicata storia d'amore.
Tracy Chevalier ha scritto anche altri romanzi ispirati a opere d'arte o a fatti storici significativi, ma anche in questo caso non ho ancora avuto modo di approfondire.
Pubblicato da Beat.
Voto: 7/10
Nota: L'unica altra opera della Chevalier che ho letto è La dama e l'unicorno, purtroppo piuttosto deludente: avevo iniziato la lettura piena d'entusiasmo dopo aver visto dal vivo gli splendidi arazzi (che portano lo stesso nome del romanzo) cui è ispirata l'opera e che sono conservati al Museo Medievale di Parigi... ma mi sono trovata dinanzi a una storia insignificante e a tratti imbarazzante. Ma darò un'altra chance a Tracy in futuro, promesso! xD Per quanto sia piuttosto imbarazzante anche la raccolta di racconti che ha curato per commemorare Charlotte Bronte (non c'entrano nulla con questa scrittrice o_O) ma questa è un'altra storia! xD

6) Il tormento e l'estasi, di Irving Stone


L'unico romanzo di questa piccola lista che non ho ancora letto, ma dovevo comunque segnalarvelo: non solo perché mi sa perseguitando da anni e credo non mi darà requie finché non l'avrò iniziato, ma anche perché è dello stesso autore di Brama di vivere quindi non può che essere un capolavoro.
Si tratta della biografia, sempre romanzata, di Michelangelo Buonarroti (1475-1564). Il titolo è tutto un programma, prevedo grande pathos e qualche diottria in meno, visto che il volume è scritto in caratteri microscopici! xD
Pubblicato da Corbaccio.
Nota: anche da questo libro è stato tratto un film, nel 1965.




A presto! :D



9 commenti:

  1. Che elenco interessante! Fra l'altro, sono SECOLI che mi interessano Stone e la Vreeland e con le tue parole mi hai incuriosita ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! *_* Leggili, non te ne pentirai! ;D

      Elimina
  2. I primi 4 libri li aggiungo alla mia wishlist �� in realta` la luna e i sei soldi voglio leggerlo da tempo (lo leggeva anche il protagonista di "mucchio d'ossa" di stephen king e diceva che e` un romanzo bellissimo). Ma lo sai che Tracy Chevalier non convince neanche me? Ho letto di suo "La vergine azzurra" e non mi ha entusiasmato, anzi... Potrei darle forse una seconda occasione solo per "la ragazza con l'orecchino di perla" e per "strane creature"... Grazie come sempre del post ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gwen! :D La luna e sei soldi è davvero un capolavoro, e guarda caso Mucchio d'ossa è il prossimo che voglio leggere di King, ora sono ancora più invogliata! xD
      La ragazza con l'orecchino di perla è un gioiellino: non aspettarti un capolavoro, ma è sicuramente all'altezza della sua fama di romanzo delicato e dall'atmosfera particolare.
      Grazie a te! :*

      Elimina
  3. Ciaooo Angiemela!!!Ho scoperto per caso il tuo angolino e me ne sono innamorata a prima vista! Finalmente scovo un blog che non insegue il libro del momento ma mi fa conoscere tanti bei titoli a me sconosciuti!!! Mi ritrovo molto nella tua presentazione, anche io amo i classici ottocenteschi, in particolare quelli inglesi, ma purtroppo riesco a dedicare loro sempre poco tempo!
    Mi sono unita ai tuoi lettori fissi e inserito il tuo blog tra quelli che seguo...tra i libri sopra citati mi ispira tantissimo Irving Stone, mentre ho letto sia La passione di Artemisia sia La ragazza con l' orecchino di perla, entrambi molto belli!
    Se ti va di passare da me mi trovi qui:
    www.incantodeilibri.blogspot.it
    A presto, rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! :D
      Sono felicissima che il mio piccolo blog ti piaccia! *_* Non sono un tipo iper-tecnologico quindi è davvero un blog molto essenziale, che ho creato principalmente per avere un mio spazio in cui far conoscere autori e libri che amo ^^ Ma spero con il tempo di ampliarlo e migliorarlo!
      Irving Stone ha davvero il dono di far rivivere i personaggi attraverso le sue pagine, te lo consiglio caldamente *_*
      Il tuo blog è stupendo, sono già entrata tra i lettori fissi! :D A prestissimo :*

      Elimina
  4. Ciaooo Angiemela!!!Ho scoperto per caso il tuo angolino e me ne sono innamorata a prima vista! Finalmente scovo un blog che non insegue il libro del momento ma mi fa conoscere tanti bei titoli a me sconosciuti!!! Mi ritrovo molto nella tua presentazione, anche io amo i classici ottocenteschi, in particolare quelli inglesi, ma purtroppo riesco a dedicare loro sempre poco tempo!
    Mi sono unita ai tuoi lettori fissi e inserito il tuo blog tra quelli che seguo...tra i libri sopra citati mi ispira tantissimo Irving Stone, mentre ho letto sia La passione di Artemisia sia La ragazza con l' orecchino di perla, entrambi molto belli!
    Se ti va di passare da me mi trovi qui:
    www.incantodeilibri.blogspot.it
    A presto, rosa

    RispondiElimina
  5. Angie, mi sa che in mezzo a tutti questi bei titoli ci starebbe benissimo anche Il cardellino della Tartt! :) un bacio 'stregato', in tema halloween...
    Vera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vera che piacere vederti, mi piace tantissimo il tuo blog! :D

      Uhm hai ragione, non ci avevo penaato perché della Tartt non ho ancora letto nulla, ma quel libro mi incuriosisce *_* Grazie mille del suggerimento, un bacio stregato anche a te! :*

      Elimina