mercoledì 21 giugno 2017

SOS Librereccio #8 - Come costruirsi una ricca libreria spendendo (relativamente) poco :D


Ciao a tutti! :D

Quando mi sono svegliata stamattina, dando uno sguardo alla mia libreria/armadio ad angolo, mi sono detta per l'ennesima volta che devo dare una sistemata ehehe (a mia onta e vergogna, eccovi la foto! xDD) In questi anni sono crollati ben due scaffali, quello dei libri Fantasy e dei libri spirituali, mentre nonostante il peso notevole resistono stoicamente lo scaffale Bronteano, quello Dickensiano/Gaskelliano e quello Dostoevskijano! xDD



Ma la semi-celestiale visione ha anche portato con sé pensieri più ameni, ovvero che fino a sette anni fa non avevo neanche un decimo dei libri che ho adesso, e che essendo figlia di non lettori ho dovuto costruire il mio "patrimonio libresco" praticamente da sola. Il che è davvero una soddisfazione, soprattutto considerando che non sono mai stata ricca! xD
Perché i libri, lo sappiamo bene, costano.
Da qualche anno a questa parte, con il tetto massimo posto dalla legge Levi, siamo stati privati anche degli sconti superiori al 25% che prima erano tanto frequenti, e dunque leggere può rivelarsi un'attività dispendiosa soprattutto se, come me, non si può (perché magari non ce n'è nessuna nelle vicinanze) o non si vuole (perché magari ci si affeziona così tanto a un bel libro che si vuole averlo per sempre a disposizione) usufruire della biblioteca.
Nel mio caso influiscono entrambi i fattori, anche se mi è sempre dispiaciuto un po' non avere una biblioteca ben fornita vicino casa, perché ovviamente è comunque un luogo che mi piace molto...e vuoi mettere poterti portare via i libri senza pagare? xD Le poche volte che l'ho fatto con la biblioteca dell'università è stata una soddisfazione!

Ho deciso allora di condividere con voi tutti i "trucchetti" (che ho messo a punto in anni da lettrice e "accumulatrice seriale" di libri) per costruirsi una bella biblioteca personale senza spendere un capitale! ^^
Avvertenza: se volete molti libri a migliaia di paia di scarpe forse dovrete rinunciare comunque. Posso darvi qualche consiglio ma non fare miracoli ahaha xDD

1) Comprare online


Purtroppo anche se sono una fan delle piccole librerie, che frequento comunque assiduamente sostenendole quando posso (soprattutto se hanno un reparto dell'usato, che secondo me per una piccola libreria è una gran furbata!) spesso per risparmiare acquisto i libri online. Triste, ma è così. D'altronde questo post purtroppo parla di come acquistare libri spendendo poco, nel caso si abbia la reale necessità di risparmiare... ma ovviamente se siete tra i fortunati che possono permetterselo mi raccomando, sostenete le piccole librerie! è davvero triste vederne chiudere tante, soprattutto se storiche.
Online comunque, come saprete, i libri non sono mai a prezzo pieno ma hanno come minimo il 15% di sconto sul prezzo di copertina: che è poca cosa per i paperback, ma diventa già un risparmio di quasi 5 euro nel caso il libro costi più di 20 euro (cosa purtroppo oggi molto frequente, soprattutto per una prima uscita!). E questo risparmio, sommato per tanti libri acquistati nel tempo, diventa ingente.
Per non parlare poi dei veri e propri affari che si fanno con i remainders: libri nuovi venduti anche al 70% di sconto su siti come IBS, Libraccio e La Feltrinelli! Molto spesso sono libri di cucina o giardinaggio, ma spulciando a fondo ne ho trovati molti davvero interessanti, tra cui classici imperdibili, accaparrandomeli felicemente a un prezzo irrisorio.
Spesso sul sito della Feltrinelli si possono trovare libri interessanti con il 45% di sconto e oltre (sono campagne che durano pochi giorni ma le ripropongono di continuo, e coinvolgono migliaia di volumi!). Per ottenere lo sconto bisogna però acquistare almeno tre libri tra quelli selezionati dal sito...ma come fare se a interessarci davvero è solo un volume, o due?
Semplice: ordinate i libri che fanno parte della promozione per prezzo crescente: troverete alcuni simpatici volumetti che costano 1 euro (o anche meno!) ma che vi consentono di raggiungere il numero di tre e poter prendere in sconto il libro che avete scelto, con giusto un paio di euro in più. Semplice, no? ^^

2) Comprare/Vendere libri usati


Questo è forse in assoluto il sistema più valido per costruirsi una bella libreria senza spendere un capitale. Non parlo solo dell'immancabile spulciata tra i testi delle bancarelle o librerie dell'usato anche se, vivendo io in una città dove un' intera strada è dedicata solo a quelle (la mitica Port'Alba di Napoli! ^^) le saccheggio spesso come se non ci fosse un domani xD Parlo anche e soprattutto, ancora una volta, dell'acquisto e vendita online.
Sì, avete capito bene: vendita.
Per quanto mi piacciano i libri infatti non sono una "feticista" dell'oggetto in sé (xD) e mi affeziono a un volume solo se 1) mi è piaciuto davvero molto, ma molto 2) è un volume raro o un classico imprescindibile in una libreria degna di questo nome.
Ragion per cui mi capita spesso di vendere i libri che non appartengono alle due categorie sopracitate.
Siete corsi ad abbracciare i vostri "tesssori", non è vero, miei cari "feticisti"?? xDD Ma pensateci bene: avete davvero bisogno di tenere sullo scaffale a prendere polvere e a fissarvi con sguardo colpevole quel volume sulla numismatica orientale che vi ha regalato il cugino di terzo grado e che avete a stento sfogliato una volta? Oppure l'ennesimo tascabile dal titolo "Se mi lasci ti rovino", "Sono per sempre tua" (e simili xD) comprato nel corso di un raptus librereccio? (è successo anche a me, non temete xD). Ricordate che un libro per voi non particolarmente interessante può rivelarsi un tesoro per qualcun altro, quindi la vendita ha anche un certo risvolto filantropico xD
Se dunque riuscite a fare una selezione di volumi a cui potete rinunciare senza che vi sembri di abbandonare un figlio sul sagrato di una chiesa, ecco i miei metodi privilegiati per trasformarli in un piccolo "capitale"! ^^

- L'acquisto / vendita sul sito di Libraccio

Attualmente è il mio metodo privilegiato, perché oggettivamente molto comodo. Se andate sul sito, nella parte destra della Hope Page, troverete una sezione dedicata alla vendita dei libri. Lì, inserendo il codice ISBN che c'è su ogni libro, potrete controllare se i libri che avete selezionato sono vendibili sul sito e creare una lista vendita. Per ogni libro vi sarà detto quanto guadagnerete, e la cifra sarà raddoppiata nel caso in cui decidiate di essere pagati con buono Libraccio (da utilizzare per acquistare libri sul sito) anziché in denaro. Ovviamente io scelgo sempre questa opzione, davvero molto conveniente! :D
Dopo aver creato la lista vendita (bisogna raggiungere almeno i 15 euro di valore totale dei libri, perché possa essere registrata) e averla registrata, riceverete una mail contenente due documenti: la lista di libri, che dovrete inserire nel pacco, e la lettera di vettura, da attaccare invece ben in vista sopra il pacco.
ATTENZIONE: Se i libri che vendete rientrano in un solo pacco, vi basta chiamare il numero del corriere (contenuto nella mail) per chiedere un "ritiro Libraccio in porto franco" e concordare il giorno del ritiro a casa vostra (il costo del quale è già detratto dal totale, non dovete pagare niente al corriere). Se invece vendete così tanti libri da aver bisogno di spedire due pacchi, dovete chiamare il numero verde di Libraccio e saranno loro a prenotarvi il ritiro. Non dimenticate di mettere la lettera di vettura e la lista vendita in entrambi i pacchi!
Riceverete i soldi (o il buono Libraccio) entro dieci giorni lavorativi dall'arrivo dei libri che avete venduto, e sarete pronti per convertirli in altri libri! xD
Sul sito di Libraccio infatti, proprio grazie all'usato, si fanno veri e propri affaroni: libri che ad altri sono parsi inutili possono essere i tesori che stavate a lungo cercando (io ho trovato lì il volume di Poesie delle Sorelle Bronte della Mondadori, introvabile!).
L'unica piccola rogna sono le spese di spedizione, per azzerare le quali bisogna spendere almeno 29 euro. Si tratta comunque di tre euro scarsi, e nel caso di un libro a lungo desiderato che spunta nell'usato li si ammortizza restando comunque ben al di sotto del prezzo di copertina.

-L'acquisto/vendita su Comprovendolibri

Prima di scoprire Libraccio era questo il mio metodo di vendita e acquisto privilegiato, e mi ci sono sempre trovata benissimo!
Si tratta si un sito in cui sono in vendita esclusivamente libri usati: la compravendita avviene tra privati ma la copertura garantita dal sito è notevole, perché per rientrare tra i venditori bisogna avere un account ufficiale con l'elenco e le copertine di tutti i libri, il prezzo esatto, il metodo di pagamento richiesto (di solito paypal, postepay o bonifico) e si costruisce una rete di feedback tra acquirenti e venditori. Ogni tanto continuo a trovarci volumi interessanti da acquistare, ma ho smesso di vendere lì perché era diventato per me scomodo recarmi ogni volta alla posta per spedire tempestivamente un volume acquistato da qualcuno...senza contare che la spedizione richiesta quasi da tutti, cioè il piego di libri ordinario (costo: circa 1,30 centesimi), mi faceva stare sempre in pensiero, in quanto non tracciabile. Per fortuna tutti i miei pacchi sono sempre arrivati, ma una volta ho quasi sfiorato la "tragedia" per un libro che ha impiegato un mese ad arrivare...a Roma! Da Napoli -.-'
Ah, per chi non lo sapesse il piego di libri è il metodo più economico e vantaggioso per spedire libri :D Se non volete rischiare con quello ordinario c'è quello raccomandato, che è comunque più economico di una spedizione ordinaria (costa circa 4 euro per pacchi fino a due chili).
Se qualche impiegato delle poste ve lo rifiuta dicendo che "è riservato solo agli editori" mostrate loro questo link e questo, che contengono anche tutti i dettagli sul tipo di spedizione ^^

-Lo scambio su Anobii

Ho utilizzato spesso questo metodo tanti anni fa trovandomi benissimo, ma da quando ho iniziato a vendere i libri l'ho abbandonato perché è poco pratico, e temo sia caduto in disuso anche sul sito in generale. Per praticarlo innanzitutto bisogna avere un account con libreria sul sito Anobii, dopodiché bisogna contrassegnare come "scambiabili" i libri che si intende cedere in cambio di altri.
Quando si visita una libreria c'è un'apposita funzione che indica se ci sono libri della propria wishlist tra gli scambiabili di quella persona, il che è molto comodo :D
Purtroppo però il sito non offre alcun tipo di garanzia, è tutto basato sulla fiducia...e anche se io mi ci sono sempre trovata benissimo lo considero proprio l'ultima spiaggia ormai (anche se nella libreria di qualcuno potrebbe esserci tra gli scambiabili proprio quel libro che cercate da tempo! ^^)

3) Leggere in digitale

Sì lo so...si parlava di costruire una bella libreria "fisica" quindi mi direte: che c'entrano i libri digitali? C'entrano eccome! :D Io li leggo ormai da anni e li considero parte della mia libreria a tutti gli effetti, perché rispetto al libro letto in prestito (amicale o bibliotecario) l'ebook ha comunque il notevole vantaggio di essere a mia disposizione tutte le volte in cui voglio rileggerne anche solo alcuni punti! ^^
Poi costa spesso meno della metà del corrispettivo cartaceo, quindi se un libro mi interessa ma non al punto da volerlo subito fisicamente presente in libreria, nel frattempo lo acquisto così...poi se diventa un preferito o un imperdibile arriva anche cartaceo, appena possibile xD
Un'altra categoria di libri per cui è davvero molto utile investire in un ebook reader sono i Classici: dopo 70 anni dalla morte dell'autore infatti le sue opere sono fruibili gratis nella lingua in cui sono stati scritte (non in traduzione perché lì valgono i diritti della casa editrice e del traduttore), il che è davvero molto comodo :D
Proprio in questi giorni ho iniziato a leggere un libro di Lucy Maud Montgomery, Kilmeny of the Orchard, disponibile gratis su Gutemberg.org...in italiano non si trova facilmente e costa un bel po', e leggendolo gratis in inglese prendo i proverbiali due piccioni con una fava: leggo gratis e mi tengo in esercizio con la lingua ^^ Provateci!


Spero che questi consigli vi siano stati utili, e mi raccomando...anche se il folle shopping librereccio è terapeutico (xD) cercate di selezionare al meglio i libri, acquistando solo quelli che siete abbastanza certi possano piacervi! Alla fine questo è il primo metodo per costruirsi una bella libreria su misura conservando (più o meno) intatto il portafogli xD

A presto! :*

4 commenti:

  1. Mi hai svelato tanti segreti *-*
    Da ora in poi ti chiamerò sensei xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha è stato un piacere cara allieva! xD

      Elimina
  2. Tutti buoni consigli ;) Vorrei aggiungere sui classici in ebook che anche le traduzioni costano davvero poco, molte case editrici le mettono dai 99 cent ai 2 euro! Io infatti scarico un po di anteprime tra quelli a poco e scelgo quella la cui traduzione mi piace di più, poi compro e leggo senza brutte sorprese ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti, gli eBook a parte qualche raro caso hanno sempre un prezzo molto conveniente :D

      Elimina